/

Un italiano su 4 ha scoperto l’e-commerce grazie a Covid

Quasi un italiano su quattro, il 21,9% degli intervistati da Eurispes, ammette di aver ordinato per la prima volta la spesa a domicilio dopo l’esplosione della pandemia da Covid, ovvero a febbraio  2020. L’usanza di ordinare la cena o altri pasti a domicilio era già abbastanza diffusa (il 28,6% lo faceva anche prima della pandemia), ma da marzo il 16,8% lo ha fatto per la prima volta. 

A rivelarlo l’indagine dell’Eurispes

Si chiama  ‘Un anno di covid in Italia’ e rivela che il 13,1% degli italiani ha ordinato per la prima volta farmaci a domicilio. Piu’ affermato era l’utilizzo dei nuovi strumenti tecnologici: il 45,2% degli intervistati era gia’ solito comunicare tramite videochiamata; con la diffusione del virus quasi un terzo lo ha fatto per la prima volta (30,7%). 

La tv diventa streaming

Il 13,4% degli italiani ha acquistato un abbonamento a piattaforme streaming (Netflix, Infinity, ecc.) (il 36,3% gia’ lo aveva). E infine la decisione di acquistare/noleggiare strumenti per fitness domestico ha riguardato il 14%. Nonostante le restrizioni della pandemia l’e-commerce resta “sconosciuto” per tre italiani su dieci.

 Tra ritardi nell’accesso alla Rete veloce in alcune aree del territorio e il persistere di una quota di analfabetismo digitale, rimane rilevante la percentuale di italiani completamente estranei al mondo dell’e-commerce: il 29,1% riferisce di non fare mai acquisti online. D’altra parte, con diverse intensita’, fare acquisti online sta diventando per molti una consuetudine: il 18,2% del campione fa acquisti online raramente, il 25,9% qualche volta, mentre il 16,3% spesso ed il 10,5% abitualmente. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.